Le origini della Boxe

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Le origini della Boxe

Messaggio  Jekill il Gio 07 Feb 2008, 02:50

Il pugilato e' tra gli sport più antichi del mondo, inserito nei programmi olimpici della grecia antica, pare risalire ad oltre 1500 AC. Il combattimento eramolto più cruento. Si combatteva a mani nude, o ricoperte di quoio e piombo, e non esistevano le categorie di peso, le riprese e il ring. E' nel 1700 in Inghilterra che vengono codificate regole moderne e il pugilato torna in auge. Si creano 3 categorie di peso (leggeri - medi e massimi) e le riprese
di 3 minuti, uno di riposo. L'uso dei guantoni obbligatorio. Nel 1900 viene posto il limite di 12 alle riprese e le categorie di peso passano a ben 17.
Come tutti gli sport di combattimento occidentali il lato fisico - muscolare è molto importante. La tecnica perfetta dei pugni deve anche essere affiancata da una preparazione fisica assolutamente rigorosa, anche solo per reggere 12 riprese di combattimento.
Punti di forza della boxe Dopo pochi mesi a praticare sempre gli stessi 4 pugni e reggere allenamenti di una palestra di boxe si acquisisce subito una buona capacità di difesa/offesa, e buoni riflessi dovuti al'importanza che lo sparring riveste in un allenamento classico di boxe. Sparring di solito abbastanza libero e cruento rispetto alle arti marziali classiche. Insomma, la boxe abitua subito e "per davvero" a combattere e sopportare tutto ciò che il combattimento implica. La semplicità dei colpi permette di acquisirli velocemente, in forma magari non stilisticamente perfetta, ma sicuramente efficace. Colpi semplici, ma talmente efficaci dal lato pratico che sono stati presi ormai da tutte le arti marziali che propongono una propria versione agonistica e sostituiti ai colpi classici, efficaci a mani nude, ma poco o niente su un ring con delle protezioni.
Punti deboli della boxe La mancanza di combattimento con le gambe, con gomiti e ginocchia, la mancanza di lotta, proiezioni, leve articolari e bloccaggi limita sicuramente il pugile rispetto a molte altre arti di combattimento, se questo non vale sempre su un ring, è sicuramente vero in un combattimento libero a mani nude. Da questa debolezza della boxe nascono sport occidentali di combattimento quali il full contact, la savate e la kick boxing che integrano i calci e alcuni pugni delle arti marziali classiche (pugno girato e pugno frustato di disturbo) Ma la boxe trascura anche il lato filosofico, energetico, meditativo, delle arti marziali. Forze sottili, difficili da apprendere, che possono però portare un combattente professionista a livelli superiori dell'uso della pura forza fisica. [b]
avatar
Jekill

Numero di messaggi : 21
Data d'iscrizione : 07.02.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum